A+ A A-

Il successo? All’estero. Qui la burocrazia uccide

 

Il ciclo dei prodotti non supera i due anni, serve innovazione, ricerca e strategie di posizionamento sui mercati internazionali. Thermocold è un’azienda leader nel campo della climatizzazione con sede a Bari, che esporta in Francia, Regno Unito, Spagna.

Una S.R.L. con un centinaio di dipendenti, un capitale sociale di 2milioni 236mila euro e un range di fatturato compreso mediamente tra i 6 e i 30 milioni di euro.

 

Una storia di successo che parte dalla Puglia e varca i confini nazionali, ma che ha proprio nella nostra regione il fanalino di coda nell’ambito dei mercati. Raccontiamo l’azienda e il momento economico insieme con Giuseppe Giovanni Renna, amministratore delegato della Thermocold.

 

Renna, che ruolo ha la tecnologia nel vostro lavoro? Sviluppo e ricerca sono davvero sempre più cruciali per reggere la concorrenza sui mercati?

«Sì, basta pensare che fino agli anni ‘90 il ciclo di vita medio dei prodotti toccava i dieci anni. Oggi, nel migliore dei casi, non arriva a due. È debilitante, e questo indica chiaramente come gli sforzi profusi nell’innovazione debbano essere impressionanti. Per quanto ci riguarda, dedichiamo molte risorse alla ricerca, ed è riconosciuto persino dai diretti concorrenti. C’è una nota impresa del Nord che opera nello stesso settore, i cui dipendenti visitano spesso il nostro sito internet per cogliere elementi di novità».

Visite: 5472

«Petruzzelli pronto a spiccare il volo, ma è ancora a terra»

La cultura produce economia, esiste un mercato culturale, che va dalle grandi mostre d’arte all’opera lirica. Non sembri un paradosso, è la realtà e qualcuno anche a livello di istituzioni finalmente se n’è accorto. In un mare in movimento come quello della crisi, il mondo della cultura e dello spettacolo di qualità rappresentano punti fermi anche sotto il profilo delle strette dinamiche economiche.
«È vero – sottolinea Massimo Biscardi, Sovrintendente del Teatro Petruzzelli – e basterebbe mostrare le ricadute che la cultura ha sull’economia per farla considerare in maniera diversa. Sarebbe ad esempio sufficiente calcolare i ritorni economici che arrivano nel nostro Paese dalle esecuzioni delle opere di Verdi, Puccini, Donizetti, Bellini nel mondo. Al Metropolitan di New York, al Covent Garden di Londra, su 30 titoli di una stagione almeno 15 sono opere italiane».

Visite: 1418

Tra Siena, Bari e Milano con Taranto nel cuore

A 17 anni vuoi vedere il mondo. Girare, viaggiare, uscire dai confini della città in cui sei nato, che fino a poco fa ti sembrava una metropoli da esplorare e invece d’un tratto ti ritrovi la sera a fare un giro da un ponte all’altro e non sai più che fartene.

Visite: 935

Samsara, divertimento per tutto il giorno

La movida, si sa, alle porte dell’estate si sposta su altre direttrici. Dopo aver passato in rassegna i locali più longevi del nord barese (vedi Impresa Metropolitana n.2-4-5-6) continua il nostro viaggio sulle rotte del divertimento e dell’entertainment di qualità in Puglia, che con la bella stagione si sposano con le rotte turistiche. Nel Salento, la fa da padrona Gallipoli, una delle mete più agognate e non solo dai giovani.

Visite: 975

Visit the best review site bbetting.co.uk for Bet365 site.

Redazione e amministrazione: Via del Gladioli, 6 - 70026 - Modugno/Bari • Tel. 080.5375408 • redazione@impresametropolitana.it Tribunale di Bari, Num. R.G. 2482/2013 del 23/09/2013