Valute / Cambio

A+ A A-

In Ucraina orizzonti di crescita e collaborazione per l'imprenditoria pugliese

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ci sono interessanti orizzonti di crescita e collaborazione per l'imprenditoria pugliese in Ucraina, paese che negli ultimi anni ha registrato una progressiva crescita economica.

Il 40 per cento dell’interscambio commerciale dell’Ucraina è verso l'Unione Europea. Dal primo gennaio 2016 è stata avviata l’area di libero scambio con dazi pari a zero per il 71% delle merci provenienti dall’Ue (mobili, lavatrici, macchine per la lavorazione di materiali solidi, attrezzature di stampa, abbigliamento e accessori, pelle, plastica e gomma, prodotti di chimica agricola) ma l’obiettivo fissato per il 2026 è di estendere l’azzeramento dei dazi al 90% delle merci.

Oltre 300 imprese italiane hanno filiali produttive in Ucraina attratte da una nuova legislazione sugli investimenti, dal basso costo della manodopera e da una ridotta pressione fiscale, senza contare la posizione geografica strategica, visto che il paese è un ponte naturale verso la Russia, il Kazakistan e gli altri paesi dell’Asia centrale.

La Puglia ha un export verso l’Ucraina che ammonta a 10,3 milioni di euro con un aumento del 40% rispetto al 2016. L’import ammonta invece a 118,5 mln. La regione si posiziona al sesto posto per scambi commerciali con il Paese dell’Est dopo Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Piemonte.

 “Con la Puglia vorremmo intensificare la collaborazione economica e commerciale soprattutto in agricoltura visto noi abbiamo oltre un milione di piccole imprese del settore primario ma anche nel settore dei macchinari e delle attrezzature, che rappresenta il 33% di tutte le merci importate dall’italia ma dove c’è una percentuale minima proveniente dalla Puglia”. Lo ha detto l’ambasciatore d’Ucraina in Italia Yevhen Perelygin nella sede di Confindustria Bari e Bat dove si è svolto un incontro con gli imprenditori pugliesi.

“L'Ucraina è un paese a cui guardiamo con grande attenzione e con cui possiamo realizzare una grande collaborazione. L'idea – ha detto il presidente di Confindustria Puglia Domenico De Bartolomeo - è intensificare gli scambi e far conoscere le nostre aziende ma anche conoscere le loro realtà produttive per poter esportare le nostre tecnologie perché la Puglia è anche una terra di eccellenze in termini di industria 4.0. L’ambasciatore Perelygin è stato molto chiaro nel dire che si possono fare attività comuni anche attivando un consiglio di imprenditori che possa favorire questo scambio”. 

 

 

 

 

 

Ultima modifica il

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Visit the best review site bbetting.co.uk for Bet365 site.

 

         

 

Redazione e amministrazione: Via del Gladioli, 6 - 70026 - Modugno/Bari • Tel. 080.5375408 • redazione@impresametropolitana.it Tribunale di Bari, Num. R.G. 2482/2013 del 23/09/2013