Valute / Cambio

A+ A A-

Da rifiuti organici a carburante verde: verso l’economia circolare

Vota questo articolo
(0 Voti)

Trasformare i rifiuti organici in fertilizzante, ma soprattutto in “carburante verde”: è questo uno dei principali obiettivi nella transizione verso l’economia circolare.

Alla 22a edizione di Ecomondo, la Fiera di riferimento per la green e circular economy, in programma a Rimini dal 6 al 9 novembre, a presentare le nuove priorità normative e il ricco sistema di incentivi a favore delle aziende che intendono investire in impianti di biometano, sarà l’Agenzia di Sviluppo Mendelsohn,  leader nella Finanza Agevolata e l’unica in grado di offrire agli imprenditori un supporto completo in ogni fase del processo di progettazione, realizzazione e gestione del loro primo impianto per la produzione di biometano.

  

Mendelsohn, con 35 anni di esperienza nel settore dei finanziamenti e delle agevolazioni per le imprese in Italia, e un’approfondita conoscenza delle tecnologie produttive di biometano, partecipa alla Fiera Ecomondo per presentare alle imprese il progetto Fare biometano” e in particolar modo le Procedure Speciali “Fast Track”, che consentono tempi di istruttoria molto brevi e l’acquisizione di risorse finanziarie dedicate. Inoltre, la presentazione del primo studio sulla cumulabilità degli Incentivi alla produzione di biometano (CIC biometano)con altri incentivi pubblici utilizzabili per la realizzazione degli impianti, come previsto dal nuovo “Decreto Biometano” del 2 marzo 2018 che sancisce una forte cumulabilità degli incentivi.   

 

L’obiettivo dello Studio sulla cumulabilità degli Incentivi è quello di offrire una vera e propria guida in grado di orientare l’imprenditore tra gli strumenti agevolativi esistenti. Lo studio sugli Incentivi mette a disposizione un’analisi accurata e approfondita degli Aiuti di Stato disponibili per le imprese che vogliono realizzare un impianto di produzione di Biometano avanzato partendo da Forse (Frazione Organica dei Rifiuti Solidi Urbani), da materie di origine agricola e agroindustriale o da rifiuti industriali e commerciali.  

 

Inoltre il Progetto di Mendelsohn “Fare biometano”, offre alle aziende che intendono investire nel biometano una Mappa personalizzata, per orientarsi nel nuovo mondo del biometano per l’organizzazione e il coordinamento di ogni fase del processo di progettazione, autorizzazione, scelta dei fornitori, realizzazione e gestione dell’impianto.

 

L’ultimo traguardo raggiunto in ordine di tempo dall’Agenzia di Sviluppo Mendelsohn è stato la realizzazione del primo impianto nel Centro-Sud Italia per la produzione e l’immissione in rete di Biometano, da parte dell’impresa Calabra Maceri e Servizi SPA, connesso alla rete nazionale gas SNAM. 

 

Con Fare biometano Mendelsohn si rivolge ad un ampio pubblico di aziende che operano già nel settore ambientale (centri di compostaggio o trattamento rifiuti), ad imprenditori che operano nel settore delle energie rinnovabili (fotovoltaici, eolico, biogas, ecc), ad imprenditori che operano nel settore dei carburanti con propri impianti di distribuzione, aziende agricole o zootecniche e grandi gruppi industriali che operano in altri settori.

 

"Compito dell’Agenzia è quello di coinvolgere nei progetti tutti gli stakeholders, pubblici e privati, presenti sul territorio, instaurando rapporti di partnership– spiega Sergio Previati, amministratore unico Mendelsohn - con l’obiettivo finale di aiutare l’imprenditore a cogliere le opportunità che si presentano sul mercato".

 

 

Ultima modifica il

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Visit the best review site bbetting.co.uk for Bet365 site.

 

         

 

Redazione e amministrazione: Via del Gladioli, 6 - 70026 - Modugno/Bari • Tel. 080.5375408 • redazione@impresametropolitana.it Tribunale di Bari, Num. R.G. 2482/2013 del 23/09/2013