A+ A A-

Dalla crisi alla sussidiarietà: immobili abbandonati a chi ne ha bisogno

Vota questo articolo
(0 Voti)

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di Lorenzo De Fronzo, presidente del Lions Club Bari-Triggiano Marina:

Gentile Direttore, 

la crisi economica, che attanaglia ormai da tempo il Paese, non risparmia neppure la città nella quale viviamo: Bari. Dobbiamo prendere atto che persistono, e talvolta aumentano, povertà e disagio sociale, nonostante innegabili cenni di risveglio.

Davanti a tali situazioni non possiamo però rassegnarci, incolpando le limitate disponibilità economiche e la esasperante burocrazia. Le pubbliche istituzioni possono giocare un ruolo di primaria importanza, ma è necessario un impegno reale.

Quando mi riferisco ai casi di disagio sociale, il mio pensiero va alle tante storie quotidiane di miseria materiale ed esistenziale. Penso agli alcolisti cronici, ai padri separati, alle ragazze madri, a chi ha perso il lavoro, a chi è stato sfrattato. Le mense della carità sono frequentate anche da cittadini insospettabili che, sino a qualche tempo fa, non avrebbero mai immaginato di dover bussare a quella porta, e oggi lo fanno provando quasi vergogna. 

Certamente il volontariato, tanto laico quanto religioso, lavora in modo encomiabile, seguendo il principio di sussidiarietà, geniale intuizione di don Luigi Giussani. Dal canto loro, le istituzioni potrebbero contribuire concretamente, per esempio mettendo a disposizione delle famiglie in difficoltà e delle persone senza fissa dimora gli immobili abbandonati. Si avrebbe un doppio vantaggio: concreta solidarietà e riqualificazione di spazi e strutture spesso ridotti in rovina.

Un esempio calzante potrebbe essere l'ex istituto nautico di via Abate Gimma angolo Trevisani, che perisce giorno dopo giorno. Sarebbe un sicuro ricovero per indigenti e famiglie senza alloggio. Certamente tra i senza fissa dimora esiste chi ha scelto volontariamente questo stile di vita e chi, schiavo di alcol o droghe, ha bisogno di altro tipo di assistenza. 

Tuttavia questi casi non possono scoraggiare le pubbliche istituzioni, e in particolare il Comune di Bari Città Metropolitana, da una incisiva opera assistenziale, a cui il Lions Club Bari-Triggiano Marina intende essere di stimolo, oltre che offrire la propria collaborazione, al fine di porre rimedio alle situazioni di disagio cui assistiamo quotidianamente per le nostre strade. 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Visit the best review site bbetting.co.uk for Bet365 site.

 

         

 

Redazione e amministrazione: Via del Gladioli, 6 - 70026 - Modugno/Bari • Tel. 080.5375408 • redazione@impresametropolitana.it Tribunale di Bari, Num. R.G. 2482/2013 del 23/09/2013