Valute / Cambio

A+ A A-

Pubblica amministrazione e digitalizzazione: master a Tecnopolis

Vota questo articolo
(0 Voti)
 
La mancanza di consapevolezza del valore del digitale ha portato la Pubblica Amministrazione, negli anni, a sottovalutare l’importanza di dotarsi di competenze tecnologiche, manageriali e di informatica giuridica necessarie. Non a caso sin dal 2016 è stata approvata la legge (seguono riferimenti normativi) per avviare il processo di transizione al digitale della PA partendo dalla “crescita della conoscenza” del personale, con la necessità di istituire all’interno degli uffici pubblici, obbligatoriamente dal 1 gennaio 2019, nuove figure tra le quali il Responsabile della transizione al digitale, che deve essere dotato delle adeguate competenze tecnologiche, di informatica giuridica e manageriali.
 
Tale sentiero di progresso può essere reso praticabile solo a condizione che i lavoratori siano adeguatamente competenti nella conoscenza delle norme di legge e nell’utilizzo delle tecnologie e degli strumenti oggi disponibili e in fase di implementazione, oltreché pronti al continuo aggiornamento delle proprie capacità.
 
Tecnopolis, società dell’Università di Bari, con la collaborazione di CSIPA S.r.l. (Centro Servizi per la Pubblica Amministrazione) e con il patrocinio di AGID – Agenzia per l’Italia Digitale e ANCI Puglia organizza lo Short Master SpID (Supporto per l’Innovazione Digitale) per l’anno 2019/2020.
 
Il Master, che è stato presentato martedì 4 dicembre a Tecnopolis alla presenza di 20 Comuni che hanno già aderito all’iniziativa e il Sindaco Antonio Decaro, é un percorso di formazione giuridica e tecnica per i diversi livelli di dipendenti pubblici teso ad accrescere le conoscenze e l’abilità digitale richiesta al dipendente pubblico, completato da azioni di supporto tecnico nella corretta applicazione del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) ed accompagnamento nella transizione al digitale. La proposta nasce dalla stretta collaborazione tra Tecnopolis e CSIPA, una delle aziende nate nello stesso Parco tecnologico, costituita da esperti di collaudato valore, integrati da docenti della Università di Bari. Viene offerta ad ogni Amministrazione un’occasione formativa seguita da una proposta di sviluppo personalizzata che la accompagna in tutto il percorso di personalizzazione e adozione della innovazione digitale.
 
Short Master SpID, rivolto al personale dipendente della pubblica Amministrazione, inizia nel mese di gennaio 2019  e termina a dicembre 2020. L’attività didattica è svolta presso la sede di TECNOPOLIS PST – S.p. per Casamassima Km. 3 – Valenzano (Ba) e si compone di n. 18 moduli formativi (9 lezioni per ogni anno con cadenza mensile - esclusi i mesi di Luglio/Agosto/Dicembre) nei quali sono divulgati gli aspetti giuridici in materia di digitalizzazione e dematerializzazione della pubblica amministrazione, privacy, appalti e contratti digitali, trasparenza, anticorruzione, antiriciclaggio. L’attività didattica è svolta da docenti appartenenti a CSIPA, Università di Bari e Tecnopolis.  7 le aree di contenuto su cui si articolerà : generale, organizzazione interna, economico finanziaria, appalti e contratti, trasparenza, sicurezza informatica e protezione dei dati. All’attività didattica, si affiancano diverse attività tecniche e di supporto con le quali, l’operatività necessaria per attuare la transizione al digitale. Le attività sono svolte da CSIPA S.r.l. presso la sede dell’Ente e determinate in funzione della dimensione dell’Ente.
 
Riferimenti normativi
Con la Legge 124 del 7 agosto 2015 “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche” il Governo italiano si è posto l’obiettivo di ricostruire la fiducia tra cittadini e Stato recuperando risorse per restituirle sotto forma di servizi, valorizzare i dipendenti pubblici come motore del cambiamento, sostenere lo sviluppo e incentivare l’occupazione.
Con la Legge Delega 124/2015 i decreti attuativi della riforma della pubblica Amministrazione che riguarda direttamente cittadini e imprese sono diventati legge e tra questi il Decreto Legislativo 179 del 26 agosto 2016 - il nuovo CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale) norme per la cittadinanza digitale. 
 
L’aspetto più evidente presente soprattutto nella Pubblica Amministrazione Locale è la scarsa conoscenza e applicazione della normativa relativa al digitale, con particolare riferimento al Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) D.Lgs 82/2005 e sue successive integrazioni D.Lgs. 179/2016 e 217/2017, che mina i principi di legalità, buon andamento e responsabilità in quanto vengono costantemente violati i diritti di cittadinanza digitale.
Ultima modifica il

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Visit the best review site bbetting.co.uk for Bet365 site.

 

         

 

Redazione e amministrazione: Via del Gladioli, 6 - 70026 - Modugno/Bari • Tel. 080.5375408 • redazione@impresametropolitana.it Tribunale di Bari, Num. R.G. 2482/2013 del 23/09/2013