A+ A A-

Professioni digitali e formazione umanistica: anche in Puglia il progetto per avvicinare studenti e laureati alle nuove tecnologie

Vota questo articolo
(0 Voti)

Si chiude il 21 dicembre la prima fase del ‘Samsung Innovation Camp’, il programma nazionale gratuito realizzato in Puglia con il supporto territoriale di Università degli Studi di Bari e Openwork.

Dalla paleografia latina alla cybersecurity il passo per neolaureati pugliesi anche nelle discipline umanistiche è più corto di quanto si pensi: accade col ‘Samsung Innovation camp 2018’, la ‘scuola di digitalizzazione’ con la quale si stanno misurando molti giovani del territorio con l’obiettivo di mettersi in gioco e provare a coniugare il proprio percorso universitario, anche il più ‘classico’,con le competenze digitali sempre più richieste dal mercato del lavoro. In ‘palio’ ci sono soli 60 posti in Italia per perfezionare la formazione e poi sviluppare un progetto innovativo in azienda, per testare le proprie competenze.

Giunto alla seconda edizione, il programma è sostenuto da Samsung in partnership con Randstad, in collaborazione con 16 atenei italiani ed è destinato agli studenti e ai laureati delle università convenzionate. In Puglia è realizzato grazie all’adesione dell’Università degli Studi di Bari ‘Aldo Moro’ e al sostegno di Openwork, azienda barese produttrice di software che da anni fornisce gli strumenti per la digitalizzazione delle aziende italiane, oltre che di Sidea Group.

In questa prima fase, che si conclude il prossimo 21 dicembre, i neolaureati, sia del ciclo triennale che magistrale, si stanno formando gratuitamente in modalità e-learning su digital marketing, comunicazione, data analytics, cyber education e uso innovativo delle tecnologie. Al termine sarà poi possibile sostenere i test finali di valutazione e ambire a rientrare tra i 60 finalisti che parteciperanno a giornate di attività in aula per approfondimenti con docenti ed esperti. Durante questi incontri, i finalisti conosceranno, inoltre, le aziende del territorio nelle quali verranno realizzati i project work finali: i giovani talenti selezionati potranno quindi mettere in atto le soluzioni innovative ideate entrando in aziende interessate alle loro competenze.

"Abbiamo deciso di supportare il progetto e di assegnare un Project Work a giovani talenti – spiega Martin Arborea, Marketing & Sales Director di Openwork – perché siamo un’azienda che sperimenta al suo interno l’uso virtuoso di figure professionali con competenze digitali per sviluppare il proprio business. Crediamo inoltre che percorsi di questo tipo siano un ottimo modo per individuare risorse indispensabili per le aziende. È un’idea che abbiamo sviluppato anche con altri progetti, come l’innovativo Competence center sul Business process management realizzato con il Politecnico di Bari".

 

Ultima modifica il

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Visit the best review site bbetting.co.uk for Bet365 site.

 

         

 

Redazione e amministrazione: Via del Gladioli, 6 - 70026 - Modugno/Bari • Tel. 080.5375408 • redazione@impresametropolitana.it Tribunale di Bari, Num. R.G. 2482/2013 del 23/09/2013